Rif. ART. 13 D.LGS nr 150 2012 – IRRORAZIONE AEREA – Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi.

Risulta necessario un adeguamento normativo che determini l’allineamento dell’attività agricola alle attuali tecnologie.

Paesi europei come Germania e Francia hanno già provveduto ad autorizzare l’impiego dei droni (di seguito SAPR: Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) in ambito agricolo per la diffusione di agrofarmaci.

I SAPR, infatti, a differenza degli aerei e degli elicotteri, hanno la possibilità di volare ad altezze bassissime (anche inferiori rispetto a quelle della normale barra di irrigazione presente sui trattori che va da 1,5 m a 1.80 m) rispettando le esigenze che avevano ispirato il legislatore al divieto normativo contenuto nell’art. 13 del D.lgs 14 agosto 2012, n. 150

A ben vedere, lo specifico riferimento della norma suddetta ai soli aerei ed elicotteri potrebbe già consentire di ritenere i SAPR estranei al divieto, ma proprio per tale ragione un intervento normativo volto a disciplinarne l’utilizzo avrebbe il pregio di favorire la certezza del diritto ed al contempo anche evitare possibili violazioni dei valori a presupposto del precetto normativo suddetto.

Si consideri inoltre che l’impiego in ambito agricolo dei SAPR costituisce un passaggio obbligato, anche alla luce dell’utilizzo di essi in altri Paesi.

Un mancato adeguamento dell’Italia comporterebbe un’inaccettabile differenziazione tra gli agricoltori nazionali e quelli degli altri Paesi europei. Per fare un esempio, sarebbe come vietare all’agricoltore italiano l’uso del trattore, lasciandogli il solo aratro trascinato dai buoi. Inevitabile pensare alle possibili ulteriori ricadute che potrebbe determinare tale diseguaglianza con riferimento ai prezzi e al PIL di settore.

L’esigenza, pertanto, a parere di chi scrive, riveste i caratteri della necessità ed urgenza e, laddove ritenuto possibile, dovrebbe giustificare l’emissione di un provvedimento legislativo di matrice governativa.